Gen 30 2012

Il Presidente regionale, IT9ICS, si dimette

Tag: Notiziesalvomic @ 20:34

Carissimi,

scrivo per comunicarvi la mia sofferta ma razionale decisione di rassegnare per motivi strettamente personali le mie dimissioni da Presidente del Comitato Regionale Sicilia, legati anche ai fatti sconcertanti, sotto gli occhi di tutti, che si susseguono in modo irreversibile nella nostra Associazione.

Mi sento tranquillo con la mia coscienza per avere dato all’ARI ed al Comitato Regionale Sicilia il meglio delle mie modeste possibilità, non riuscendo purtroppo ad ottenere,  salvo qualche eccezione, quanto era nei miei e vostri  intendimenti: l’ incremento delle attività delle Sezioni.

Come ben sapete, abbiamo sottratto alle nostre famiglie  prezioso tempo per  dedicarlo alla nostra Associazione ed in particolare modo  al nostro Comitato Regionale, purtroppo,  la maggior parte di questo tempo è stato dedicato a dirimere  controversie nate tra soci e Sezioni del nostro Comitato.

Ho ritardato l’ufficializzazione di questa  mia decisione per evitare possibili strumentalizzazioni che avrebbero potuto danneggiare i nostri due candidati alle elezioni nazionali, purtroppo e con sommo dispiacere debbo dire che il caro Vincenzo Favata non ha raggiunto l’obbiettivo per il mancato supporto dei soci elettori siciliani che in misura del quasi 50% non ha votato.

Per evitare disagi ai prossimi amministratori, ho già pronto i conti Consuntivo 2011 e preventivo 2012 che  invierò fra qualche giorno per la verifica  e la relazione  al collegio Sindacale.

Non appena  mi saranno restituiti, provvederò a convocare l’Assemblea ordinaria del Comitato Regionale con il seguente ordine del giorno: ratifica verbali CRS e Consiglio di Presidenza, approvazione Conto consuntivo 2011 e preventivo 2012 – Dimissioni Presidente CRS.

Ringrazio entrambi gli Organi  per la collaborazione prestatami e  mi scuso per il disturbo arrecato con le innumerevoli telefonate inoltrate per fatti associativi che richiedevano  tempestivo intervento.

 

Cordiali 73

Santo Coppola IT9ICS, Presidente C.R.Sicilia

 

Il Consiglio di Presidenza, riunito il 31 gennaio 2012, accetta le dimissioni: Verbale n. 42 del Consiglio di Presidenza Regionale  (area riservata)

***

Alcuni componenti del CRS commentano

Ai  Sigg.ri Presidenti componenti il CRS, Al Collegio Sindacale, e p.c. al Presidente dimissionario IT9ICS Santo Coppola

Dopo averne letto le dimissioni del Presidente IT9ICS Santo Coppola, ho atteso qualche giorno prima di scrivervi.

Le ho apprese con rammarico, ma non con stupore  analizzando gli ultimi avvenimenti.

In seno al C.R.S tutti noi abbiamo avuto modo di apprezzare il suo operato, la precisione, la sua dedizione direi a volte quasi “maniacale” che ha rivolto in questi anni agli interessi del C.R.S. che  ha superato ogni aspettativa, tanto da essere apprezzato anche fuori dalla nostra amata Sicilia. Non dovrei essere io a tessere elogi: potrei sembrare di parte in quanto è notorio che IT9ICS appartiene alla Sezione di Catania, ma quanto sostengo scaturisce da constatazioni ben visibili a tutti, dalla conoscenza che abbiamo di IT9ICS come persona per avere vissuto decenni di esperienze in campo radiantistico. IT9ICS Santo Coppola accettò l’incarico di Presidente in seno a questo Comitato con la certezza ed il fermo convincimento di “realizzare   nuovi  progetti che le varie sezioni avrebbero proposto, ma non per mediare le controversie, le liti barbine stupide, sciocche che in questi ultimi anni sono state protagoniste delle nostre riunioni.

Comprendo appieno il suo dolore, l’amarezza e la sua delusione per avere dedicato all’A.R.I. tempo prezioso magari sottraendolo alla famiglia, per espletare un lavoro immane e  a volte  anche noioso (possono parlare  le numerosissime e mail e le “epistole” ecc…, costretto ad inviare per tenerci informati tempestivamente), per poi ritrovarsi con che cosa?

Non frutti come sperava, ma con un pugno di cenere tra le mani e non sono plateale credetemi se mi esprimo così. Non avrei desiderato queste dimissioni ancor prima della fine del mandato come è mia natura pensavo già fra qualche mese ad una bella riunione insieme in allegria per festeggiare il nuovo Direttivo e ringraziare il vecchio- Non desidero essere fraintesa, né voglio offendere l’amor proprio di nessuno, esprimo solo il mio pensiero, ma credo fermamente che in futuro sarà difficile che qualcuno    si assumerà  quest’onere affrontandolo con coerenza, obiettività, dignità e soprattutto senza ipocrisia, (a meno che consentitemelo  abbia un carattere   e canti come il noto attore  catanese Enrico Guarnieri detto “Litterio”   “a mia di unni mi chiovi mi scillica…” e si scrolla tutto di dosso.

Grazie, a presto.

73 IT9EGM Eleonora, Presidente ARI Catania

 

Cari amici,

condivido pienamente i vostri pensieri ed il vostro dispiacere nel leggere le dimissioni di Santo IT9ICS. Anch’io mi augurerei che  ritornasse sui suoi passi, dato che, tra l’altro, una figura “da riferimento” manca al CRS (mio modesto parere).

Ora però mi chiedo e VI chiedo di riflettere sul perché delle dimissioni.

È possibile che in questi tre anni il CRS sia stato letteralmente “travolto” da questioni futili che sono degenerate in GUERRE che hanno stancato, mortificato, denigrato tutto e tutti?

È possibile che il CRS, anziché elogiarsi del pregevole operato delle Sezioni, sia stato investito da calunnie che hanno disgregato circa 800 Soci Siciliani?

È possibile che l’operato di pochissimi abbia messo in ridicolo gli sforzi dei “giusti propositori”?

È giusto che ancora una volta il candidato della Sicilia non venga votato dai siciliani?

Se le risposte che vi siete dati alle domande di cui sopra concordano con le mie allora è giusto che si rassegnino le dimissioni di fronte alla vanificazione del proprio operato!

Mi auguro che tuttto questo faccia riflettere affinché noi tutti non rendessimo vani anche gli anni a venire…

cordialmente, Gianni IT9ASX (Castelvetrano)

 

Caro Santo mi rattista questa tua decisione sulla quale spero tu possa ritornare.

Riguardo alla mancata elezione di Vincenzo Favata ne siamo tutti rammaricati, anche se ritengo che tutti i siciliani che hanno ricevuto la scheda lo abbiano votato.

Visti i voti riportati dai nostri candidati bisogna anche dare atto del lavoro svolto dagli stessi candidati e dal CRS.

Complimenti a Piero Marino con l’augurio di buon lavoro… e ce ne sarà davvero bisogno!

73 Giovanni IT9GAC

 

Carissimo Santo, Come mi dici sempre tu, rifletti prima…

Mi dispiace se non  proseguirai a farci il Presidente Regionale e mi dispiace molto anche per il caro Vincenzo Favata  per non essere stato eletto, è vero che sicuramente il 50% non ha mandato il voto, però come sai qui da noi alcuni non hanno ricevuto neanche la busta e su sollecitazione degli stessi e anche su richiesta mia a Milano se ne sono fregati…; non so se la stessa cosa sia successa  anche in altre sezioni… questo fa pensare…

Come dici tu rifletti… la notte porta consiglio…

P.S.

Un Augurio e complimenti a IT9ZGY Pietro Marino per l’ennesimo successo ottenuto.

Un abbraccio e cordiali saluti.

Pippo Freni IT9IJI Presidente sez. A.R.I. Messina

Una risposta a “Il Presidente regionale, IT9ICS, si dimette”

  1. Fabio ha scritto:

    ERA ORAAAAAAAAAAAAAAA

Lascia una risposta